La Storia di Bordighera, la Belle Epoque e gli Inglesi

Aggiornato : 28/04/2017 10:43:44
Categorie : Riviera Ligure

Storia di Bordighera, belle epoque, gli inglesi

Quando Bordighera era il Paradiso degli Inglesi

Belle epoque

Riviera è un termine evocativo, pieno di fascino che ormai appartiene al nostro immaginario collettivo. La parola “riviera life”, per esempio, ci fa subito pensare ad atmosfere estive e ci invoglia a volare con la fantasia…

Oggi il termine “Riviera” viene spesso usato come sinonimo di “meta balneare” o al più di “regione turistica con belle spiagge”. Abbiamo la Riviera Ligure, la Riviera Romagnola, la Riviera Amalfitana, ecc., praticamente tutto il litorale italiano è appellabile come un’unica splendida Riviera. In realtà il termine storicamente nasce con riferimento al tratto di costa ligure.

Alcune ricerche sull’etimologia della parola la fanno derivare dal termine latino "Ripa", ossia “tratto di costa marina sicuro per l'approdo”. Nel Medioevo questo termine venne adottato nel linguaggio corrente tramite il dialetto genovese e ligure, con il significato di “costa marina, rocciosa alta e profonda”, quale in effetti è la Riviera Ligure.

Stile Liberty

La diffusione internazionale del termine “riviera” deriva invece dal grande prestigio che la Riviera Ligure ha nella storia accumulato essendo conosciuta sin dal Rinascimento come zona dal clima eccezionalmente mite e salubre. Ma è soprattutto nel 1800 che la Riviera Ligure visse il suo periodo d’oro, diventando famosa in tutto il mondo con l’appellativo usato anche nella lingua inglese appunto di “Riviera”.

Sono infatti gli inglesi, con la loro colta e ricca aristocrazia, ad eleggere i borghi della Riviera Ligure e della vicina Costa Azzurra come meta preferita per turismo e per i lunghi soggiorni invernali.

Ricordando che Nizza fino al 1860 era italiana, è facile comprendere come essa rappresentasse per gli stranieri del nord Europa il punto di partenza per ogni viaggio in Italia. Colpiti dal clima particolarmente favorevole e salubre anche nei mesi invernali, gli inglesi elessero con entusiasmo Nizza, Cannes, Mentone, Bordighera e Alassio come loro “seconda patria”.

La Riviera Ligure nella letteratura inglese

Il grande amore degli inglesi per la Riviera dei Fiori viene riscontrato anche in alcuni successi letterari dell’epoca. Uno dei primi libri di viaggio,"Travels through France and Italy”, scritto nel 1776 dal medico inglese Smollet, ne illustrò i grandi pregi paesaggistici e naturalistici.

Successivamente fu il romanzo "Il Dottor Antonio”, scritto in lingua inglese nel 1855 dall’esule italiano G. Ruffini, a stimolare l’attrazione per la città di Bordighera. La straordinaria popolarità di Bordighera esplose a tal punto che qualche anno dopo l’imperiese Edmondo De Amicis poté definire Bordighera come "Il Paradiso degli Inglesi"!

Leggi di più su:

Condividi